IL FORUM DI GASPACCIO AL PIGNONE

il modo più equo di fare la spesa
 
IndiceIndice  GalleriaGalleria  RegistratiRegistrati  Accedi  

*****Consegna 21 novembre: patate, uova, banane e altra frutta, pane, verdure di Alessio, latticini di Camporbiano...*****

###### Ordini aperti: seitan e tofu, latticini, verdura, Mondeggi prodotti erboristici olio e miele, biscotti Scapigliati, olio siciliano (intergas), clementine biosmurra (intergas)...######

Condividere | 
 

 Informazioni utili

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Simone
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1316
Età : 40
Reputazione : 0
grado : : 2686
Data d'iscrizione : 12.02.09

MessaggioTitolo: Informazioni utili   Lun Feb 16 2009, 19:19

Vi riporto un post che ho scritto sul meetup di beppegrillo poche settimane fa , che ritengo possa essere utile al dibattito anche della nostra piccola ma molto attiva comunità:

Citazione :

L'altra sera si sono riuniti gli aderenti e simpatizzanti della Lista Civica; tante persone accomunate dal sentimento di cambiare.
Tutti noi abbiamo cercato di rendere partecipe la collettività della nostra breve esperienza;
Per quanto mi riguarda la campagna elettorale per le elezioni amministrative di giugno è già iniziata da molto tempo, da quando ho capito che la politica siamo noi a farla ogni giorno a prescindere da qualunque colore politico. Se ognuno di voi comincerà ad informarsi, scoprirà un mondo che ignorava, e capirà che prima di avere comuni a cinque stelle servono cittadini a cinque stelle.
Con le informazioni giuste ognuno di noi può votare , OGNI GIORNO , non tra destra o sinistra ma tra cose giuste o sbagliate.
Di seguito vi elencherò tutti i link, che a mio avviso, sono necessari per conoscere ed informarsi della realtà delle cose, e rendere possibile così, un personale salto di qualità.

1) APPROVVIGIONAMENTO

La scelta tra Coop, Esselunga o discount vari è una finta scelta .Vi recate in questi mega magazzini fidandovi delle certificazioni di qualità, senza avere modo di verificare se i prodotti che acquistate e di cui vi nutrite siano salutari. Non avete modo di sapere se il fornitore è affidabile. La nuova scelta sono i G.A.S. Non la canna del gas come tanti di voi penseranno, ma i Gruppi di Acquisto Solidale.
Chi aderisce ad un G.A.S. sposa una nuova filosofia di spesa dove è il gruppo a prendersi cura di ogni singolo componente e viceversa. Questi gruppi, formati da non più di 50 persone, si organizzano in modo tale che ogni componente abbia un compito di approvvigionamento di uno specifico settore, ad esempio verdura piuttosto che formaggi o carne. Assegnati gli incarichi, il gruppo verifica di persona se il produttore preso in considerazione è affidabile: sarete Voi a controllare se il produttore utilizza diserbanti nocivi oppure applica una agricoltura biologica, voi appurerete se il vostro allevatore fa vivere il proprio bestiame umanamente, sarete voi a sincerarvi se il fornitore rispetta i propri dipendenti con contratti onesti; superato il controllo, diventerà il fornitore di tutto il gruppo. Oltre ad una qualità, nettamente superiore, rispetto ai prodotti acquistati ai supermercati, ne risentirà positivamente il vostro portafoglio, dato che tra voi clienti finali ed il produttore non vi saranno guadagni di terze parti. Non è da scartare neanche il fatto che questo metodo vi farà risparmiare moltissimo tempo rispetto a quello impiegato per la ormai routinaria spesa settimanale al supermercato. Dopo queste fasi preliminari il processo sarà semplice (nella maggior parte dei casi sarà già stato fatto dai vostri compagni del G.A.S. ). Se voi siete, ad esempio, il responsabile per la carne, una volta alla settimana andrete a prendere la carne per tutto il gruppo e nella sera prefissata vi ritroverete per effettuare lo scambio della merce ed il pagamento di quest'ultima.

Per saperne di più questo è il link che riunisce tutti i G.A.S. d'Italia

http://www.retegas.org/index.php?module=pagesetter&func=viewpub&tid=2&pid=2

Per iscriversi al G.A.S. a voi più vicino potrete controllare questa lista

http://www.retegas.org/index.php?module=pagesetter&tid=3

mentre per chi abita a Firenze e provincia potrà analizzare direttamente questa mappa

http://www.salveti.it/Gas/public/Dumbo/fileadmin/Image_Archive/FirenzeEcomuni41.jpg

2) ENERGIA

La seconda scelta che ognuno di noi può effettuare è l'energia. Volete dire no al nucleare? Non serve un referendum, basta una telefonata. Tutti voi sapete già che potete cessare di usufruire dell’energia elettrica fornita dall'ENEL semplicemente installando dei pannelli fotovoltaici sul tetto, ma pochi di voi sanno che questa operazione può essere non solo a costo zero , ma può avere pure un rendimento.
Come? Lo Stato ha creato ormai da qualche anno il "Conto Energia" e ci rimborsa da 0,36 € a 0,42 € al kw/h. . Allo Stato non interessa se questa energia la vendiamo o la usiamo.
Forse penserete che sono cifre esigue ma sono sufficienti per ripagare il costo dell’impianto nell' arco di 13/14 anni. Per chi non possiede i fondi necessari per installare i pannelli, l'iter è semplice: occorre chiedere il permesso per montare gli stessi al Comune, magari chiedete un prestito alla banca (la rata del mutuo non la pagherete voi, ma lo Stato) ed installate l'impianto. La nota ulteriormente positiva è che il rimborso statale dura per 20 anni, quindi se l'impianto si ripaga in minor tempo ad esempio 14 anni , gli ultimi 6 anni di incentivi andranno direttamente nelle vostre tasche.
Ecco il sito di Jacopo Fo che da anni si dedica a questo progetto

http://www.jacopofo.com/pannelli-solari

3) ACQUA

Il concetto che l'acqua che voi acquistate è migliore di quella del rubinetto è totalmente sbagliato. Vi sono numerose ditte che montano depuratori direttamente a casa vostra, e il filtro ad osmosi inversa, installato direttamente al rubinetto elimina anche le più piccole particelle anomale. Basta far analizzare l'acqua dopo aver montato l'impianto e confrontarla con le analisi dell’acqua che voi comprate per rendervi conto che la prima è decisamente più pulita. Le ditte che producono acqua minerale devono nebulizzare l'interno della bottiglia con una sostanza che separa l'acqua dalla plastica della bottiglia. Questa sostanza tende a sciogliersi se la bottiglia è esposta al sole o se viene messa in posti troppo freddi come il vostro congelatore. Potete controllare da soli leggendo sulla vostra bottiglia le indicazioni di conservazione. In più col depuratore non producete più una grossa fetta di rifiuti e, se vogliamo dirla tutta, non dovete più faticare per portare kg e kg di acqua in casa vostra.

4) TRAFFICO

Non mi soffermo sulle gravi problematiche causate dal traffico a Firenze. Ogni vicolo, strada, anfratto, viale, piazza è soffocato dalle auto. Questa visione sembra persino più drammatica da quando i cittadini restano costantemente imbottigliati nel traffico. Vi dovete rendere conto che per spostarvi in città la macchina non ha più alcun lato positivo, se non quello di costringervi a restare imprigionati dentro la vostra auto lungo le strade della città . Se il vostro obbiettivo è quello, allora fate pure, ma se, come me, pensate che usare un mezzo come la macchina serva solo per spostarsi, allora dovete darvi una svegliata, perchè è diventato decisamente il mezzo meno efficiente. Se analizziamo i costi , un proprietario di auto deve pagare : a) la macchina , b) gli interessi per il finanziamento della macchina c) l'assicurazione d) il bollo e) le riparazioni f) le multe g) il parcheggio h) il carburante per fare una media di 15 km/h in città .
Ognuno di noi potrebbe decidere di fare una diversa riflessione: utilizzare la bicicletta od i mezzi pubblici per gli spostamenti cittadini, mentre per quelli extraurbani riscoprire il piacere di montare su un pullman e far digerire ad altri il traffico che ogni giorno dovete digerire voi. Ogni giorno con bicicletta ed autobus compio 120 km e vi posso garantire che la soddisfazione più grande non è né il risparmio, né tutto il tempo che in pullman dedico alla lettura o al riposo, ma la salute mentale che questa scelta comporta. Cosa dareste voi per avere un autista? Be lo potete avere pagando meno di quello che pagate ora.
Questi sono due siti che sensibilizzano l' uso della bici

http://sportelloecoequo.comune.firenze.it/pages/mobilita_ciclistica.htm

http://www.firenzeinbici.net/default.aspx

mentre questo è il sito dell’A.T.A.F. che vi permetterà di informarvi sugli orari degli autobus e i tempi di percorrenza.

http://www.ataf.net/travelPlan/calcolapercorso.asp?ContextName=fb1a0c63-ef5a-4a11-b9384dceda29f579-45c9f1ca&BWMODE_TYPE=2&CHST=2

Avete mai sentito parlare del Car Shering o del Car Pooling? Questi sono due progetti per una nuova mobilità con la macchina . Volete parcheggiare in cetro gratis , e avere tutte le comodità della vostra macchina senza doverne possedere una? Oppure lavorate fuori firenze e volete dividere le spese della macchina con altri compagni di viaggio ?

http://www.carsharingfirenze.it/

http://www.roadsharing.com/it/


5) ECONOMIA


Siete preoccupati per l'andamento dell’economia nella vs. città? Da anni abbiamo iniziato il progetto SCEC. Lo SCEC è una moneta che vale quanto l'euro, totalmente legale (funziona pressappoco come un buono per gli acquisti) che viene accettata nei negozi convenzionati. In sostanza consiste nel consegnare agli aderenti il progetto del circuito, SCEC gratuiti. Supponiamo che io vendo pentole e che voi siate attratti dalla mia offerta sul prodotto che dice: accetto SCEC al 20%.
Entrando trovate una pentola che costa 100 euro . Arrivate alla cassa e mi pagate 80 euro e 20 SCEC. Alcuni di voi penseranno che abbia fatto uno sconto: niente di più sbagliato. La sera infatti con gli 80 euro ed i 20 SCEC così guadagnati, controllerò le pagine auree, ( le pagine gialle che aggiorniamo settimanalmente con tutti gli iscritti al circuito) alla ricerca di un ristorante che accetti gli SCEC e li rispenderò i 20 SCEC. Lo stesso farà il ristoratore etc etc . I benefici sono che gli euro rimangono ancorati al territorio, perchè all'esterno nessuno accetta lo SCEC. Inoltre cerchiamo di rendere partecipi quante più persone possibile al problema “signoraggio”.
Qui troverete tutte le info sugli SCEC e sul “signoraggio”:

http://www.arcipelagotoscana.org/

6) RETE WIFI GRATUITA


Volete avere la rete wifi disponibile gratuitamente in tutta la città, ma il Comune non intende installare la famosa wimax? Insieme possiamo risolvere anche questo problema.
Ormai ognuno di noi ha un router wireles in casa con cui naviga. Se condividete parte della vostra linea col mondo esterno voi potrete riutilizzare parte della linea degli altri quando siete fuori di casa. Più saremo e meno problemi avremo a collegare il nostro Iphone alla rete wifi e parlare gratis tramite skipe ovunque voi siate.
Ecco i link

http://www.fon.com/it

http://www.skype.com/intl/it/welcomeback/


7) NUOVE BANCHE


Avete bisogno di un prestito ma i tassi di interesse delle banche sono troppo alti? Oppure volete prestare soldi e non volete far si che le banche mettano lo zampino sui vostri guadagni? Nel periodo che servirà per riuscire a scardinare questo sistema, potreste servirvi di una banca alternativa, la banca fatta da tutti noi . Ci prestiamo i soldi, sappiamo a chi vanno e come vengono investiti, ed evitiamo che i soldi dei nostri conti correnti vengano utilizzati per finanziare il Tronchetti Provera della situazione piuttosto che il Benetton e via dicendo.

http://www.zopa.it/ZopaWeb/

8 ) LINUX

Avete deciso di chiudere con Windows, e tutte le sue menate, di virus e spie? Bene, Ubuntu il sistema operativo OPEN SOURCE più gettonato di Linux ha implementato una interfaccia grafica decisamente semplice che permetterà ad ognuno di voi di fare a meno di windows e di tutto ciò che si porta dietro quel carrozzone.
Linux non ha bisogno di un anti virus , non ha bisogno di un office che è già incorporato, non ha bisogno di un photoshop che è già incorporato, non ha bisogno di niente, perché tutto quello che serve è fruibile gratuitamente direttamente dal sistema operativo. La mentalità di condivisione che troverete dietro questo sistema è unica. Potrete anche installarlo su una partizione del vostro harddisk, oppure avviarlo direttamente da cd per provare il sistema operativo, senza neanche installarlo: della serie soddisfatti o rimborsati .

http://www.ubuntu.it/


9) INFORMAZIONE

Sapete tutti che stiamo vivendo una vera e propria dittatura mediatica. Se però frequentiamo i canali giusti che sono presenti su internet, verremo informati meglio del “dietro le quinte” della politica. Vi lascerò una breve lista di siti in modo che possiate vagliare autonomamente quelli che più vi aggradano. In ogni caso il fattore comune deve essere sempre lo stesso : NON VI FIDATE DI NESSUNO. Verificate ogni notizia che vi viene data con documenti ufficiali. Solo dopo che avrete verificato con i vostri occhi il livello di regime mediatico nel quale ci troviamo, potrete ritenervi soddisfatti , perchè avrete la cura tra le mani.

Questo è il blog di Travaglio.

http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it

Utilissimi sono anche alcuni link che lui mette a disposizione per leggere le sentenze originali e farsi una idea libera da pregiudizi

Altri siti informativi li trovate qua :

http://www.grillonews.com

http://www.antenneattive.org/

http://www.beppegrillo.it/

http://www.danielemartinelli.it

http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php

http://www.disinformazione.it

http://www.lavoce.info

http://www.centrofondi.it

http://temi.repubblica.it/micromega-online/

http://www.articolo21.info/

http://www.canisciolti.info/

http://www.caffeeuropa.it/

Volete riscoprire il piacere di leggere libri senza spendere un euro? Allora date un occhiata a questo strepitoso motore di ricerca

http://books.google.it/

Ovviamente non potete perdervi il canale video di http://www.youtube.com/ ; registrandovi, avrete modo di memorizzare i vostri video preferiti ed iscrivervi a canali tematici. Così facendo ogni volta che saranno creati nuovi video su quei canali, sarete informati sul vostro account. Dopo un periodo di tempo la ricerca dei video diventerà superflua perchè saranno i video a venire direttamente da voi. La lista dei canali a cui mi sono iscritto è troppo lunga , ma quello che posso dirvi è che il blog di Beppe Grillo è un ottimo spunto da cui partire per iniziare a registrare qualche canale.

Per chi fosse interessato ad informarsi tramite video interessantissimi eccovi ulteriori link

http://www.antenneattive.org/

http://www.arcoiris.tv/

http://www.ecotv.it/

http://www.c6.tv/

10)AMBIENTE

Perchè dobbiamo continuare a consumare materie prime per fare qualcosa che può essere sostituito da un pannolino lavabile? I vantaggi sono molteplici : alla fine della vostra esperienza materna/paterna avrete pagato 1/10 rispetto all'uso di pannolini usa e getta;non avrete riempito le discariche del rifiuto che conta il 20% dei rifiuti totali.

http://www.ecobimbi.com/

Volete smettere di avere il fiume della vostra città pulito a monte e fosforescente a valle anche per colpa delle scelte da noi fatte sulla polizia di stoviglie e bucato?

http://www.biowashball.ch/presentationIT.html

http://www.youtube.com/watch?v=dkXL--5fo0U

Se avete avuto la pazienza di leggermi fino qua , siete sulla buona strada . Spero che questa voglia vi spinga anche quando sarete costretti a mettere in discussione le vostre abitudini , perchè come diceva Terzani : “Finirai per trovarla la Via... se prima hai il coraggio di perderti “ .

Simone


Ultima modifica di Simone il Ven Ott 23 2009, 15:47, modificato 8 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.mariocurini.com
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   Mar Feb 17 2009, 00:38

per i gas siamo in perfetta sintonia e anche per le tante cose scritte di seguito molto stimolanti...
Tornare in alto Andare in basso
Simone
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1316
Età : 40
Reputazione : 0
grado : : 2686
Data d'iscrizione : 12.02.09

MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   Ven Mar 06 2009, 20:59

Ho modificato alcuni link che nel frattempo erano cambiati ed ho aggiunto alcuni link nella sezione ambiente
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.mariocurini.com
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: pomodori pelati   Dom Mar 08 2009, 15:24

ciao simone,
sempre più interessante!
ci mandi il link del video di cui parlavi all'ultima riunione sulla controinformazione dei pomodori pelati, sicuramene è tra gli indirizzi che già sono scritti, ma se me lo dai tu direttamente facciamo prima, li guarderemo tutti questi indirizzi, ma ... ora c'è il sole e preferiamo uscire all'aria aperta.
buona domenica e tanti auguri alla giulia
simona e lorenzo
Tornare in alto Andare in basso
Simone
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1316
Età : 40
Reputazione : 0
grado : : 2686
Data d'iscrizione : 12.02.09

MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   Dom Mar 08 2009, 23:41

io te lo linko , ma poi non dirmi che non ti faccio dormire la notte !!!! lo metto solo perchè dopo aver visto questo video i pekati dei miei pretini avranno la meglio !!!!


Ultima modifica di Simone il Mar Ott 20 2009, 16:05, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.mariocurini.com
Ospite
Ospite
avatar


MessaggioTitolo: pelati   Lun Mar 09 2009, 15:08

l'abbiamo visto, siamo convinti, va bene i monaci finchè non si trova meglio.
ciao simona e lorenzo
Tornare in alto Andare in basso
Simone
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1316
Età : 40
Reputazione : 0
grado : : 2686
Data d'iscrizione : 12.02.09

MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   Mer Nov 17 2010, 03:01

Ho tovato questo post su facebook:( tra tutti il portachiavi è GENIALE )




Come sto abbattendo i rifiuti in poche mosse. Prima riempivo una grande sacco di plastica a settimana , ora ne riempio uno piccolo ogni 2-3 settimane.

A- Gasatore dell'acqua del rubinetto casalingo. Mai piu' bottiglie da incollarsi al supermercato. Meno trasporti e tanta plastica ingombrante in meno. Bevo un acqua frizzante (a piacere) buonissima e controllata (si puo' anche filtrare con una brocca filtrante, se mai ce ne fosse bisogno). Inutile sottolineare benefici ambientali ed economici.
www.sodastream.it

B- Detersivi alla spina. Sia totalmente biodegradabili che meno, sono prodotti efficaci ed economici (io li pago una media di 1 euro al litro e sono anche concentrati). Riutilizzare sempre gli stessi flaconcini oltre che un risparmio economico mi evita il consumo di svariati e pesanti contenitori di plastica usa e getta.
Il mio ''spacciatore'': http://www.autoricambispaziani.it/
Per conoscere punti vicino casa :
http://www.washmaps.com/?z=RM
http://www.regione.lazio.it/web2/contents/ambiente/argomento.php?vms=31

C- Autoproduzione detersivi. Se si ha tempo e voglia ancor piu' economico e salutare farsi i detersivi da soli con sostanze naturali (si trovano anche in commercio). Molte sostanze chimiche nei detersivi e detergenti industriali devastano le falde acquifere e sono aggressive sull'epidermide.La nostra cultura e' ossessionata dall'igiene, spesso si esagera. Pulire casa con la candeggina o svariati prodotti molto aggressivi e' , tranne rari casi, come andare a caccia di lucertole (batteri spesso innocui o facilmente eliminabili) con un bazooka quando basterebbe un semplice retino (variazione di PH).La candeggina (come molte altre sostanze chimiche nei detersivi industriali) se buttata negli scarichi dell’acqua giunge al depuratore distruggendo i batteri impiegati negli impianti di depurazione biologica. Ma anche gettata, senza curarsi delle conseguenze, insieme alla frazione secca non riciclabile, rappresentano un pericolo per le falde acquifere. Alcuni detersivi biodegradabili sono piu' facili da autoprodursi ed efficaci più di quanto si pensi. Per la lavastoviglie per esempio io frullo 3 limoni (autoprodotti, ancora meglio) con tutta la buccia , insieme a 200 ml di sale e 50 ml d'acqua.Aggiungo poi 100ml di aceto e 350 ml di acqua. Faccio bollire 10 minuti e il gioco e' fatto!!!! Un vasetto come nella foto dura molto ,basta un cucchiaio a lavaggio. Il brillantante (costosissimo e in flaconi di plastica) è sostituibile con l'aceto. I miei piatti sono puliti e non mi ritrovo residui chimici sui piatti e negli scarichi. Ad un costo ridicolo e senza confezioni di plastica.
http://biodetersivi.altervista.org/homepage.htm

D- Sapone solido di Aleppo. La nostra cultura ci impone di eliminare ogni batterio, anche quello piu' innocuo e per farlo il mercato ci fornisce prodotti spesso inutilmente aggressivi sia sul nostro corpo che nella nostra casa (vedi C). Per non parlare dell'impatto distruttivo sulle nostre falde acquifere. Io per la doccia uso un sapone 100% biodegradabile fatto solo di olio d'oliva e di alloro. Ideale per tutto il corpo,capelli (con qualche eccezione) e per radersi. L'olio deterge e ammorbidisce la pelle. Costa poco e dura molto non essendo allungato con acqua. Con questo sapone ho eliminato svariate bombolette, confezioni di plastica,contenitori,flaconi...
http://www.saponedialeppo.it/



E- Sporte e buste riutilizzabili. Le buste di plastica sono una vera tortura per il nostro ambiente. Io le ho abolite. Ho un portachiavi meraviglioso con una busta resistente incorporata, sempre con me per le esigenze improvvise. Inoltre mi organizzo con quelle grandi quando programmo una visita al supermercato. Alcune piccole spese non necessitano nemmeno di busta, curiosa l'espressione di alcuni commessi al mio rifiuto della loro busta. Qualche volta mi è stato detto: ''guarda che non te la faccio pagare''. La nostra cultura è ancora arretrata?
http://www.magazzinirossi.it/moto/index.php?cont=SCHEDA&id_prodotto=476

F- Compostatore. Nonostante nel mio quartiere ci sia la raccolta differenziata porta a porta e che si richieda anche di separare l'umido, io non fidandomi della politica dei rifiuti romana, preferisco tenermi gli scarti alimentari in casa utilizzando una compostiera domestica autocostruita e vi assicuro che produco un terriccio ricco e naturale per le mie piante , senza subire disagi olfattivi e senza fatica. Basta sapere 3 regole semplici semplici.Se non si ha voglia di autocostruirlo ne esistono in commercio anche da appartamento.I fertili. E' sempre una meraviglia vedere i propri rifiuti trasformarsi in poco tempo in terriccio che profuma di sottobosco, sembra un miracolo.I fertilizzanti naturali sono importanti perche' quelli chimici inquinano le falde e alla lunga impoveriscono di humus il terreno.
La mia: http://www.meetup.com/beppegrillo-263/messages/boards/thread/7011659#28083872

G-Bibite naturali. Oltre l'acqua amo il tè e i succhi frutta. Perche' comprarne costosi , artificiali e imbottigliati in plastica? Basta fare il tè in grande quantità (ma stesso tempo) e imbottigliarlo in frigo. Basta comprare la frutta di stagione e a filiera corta e frullarla (operazione semplice e veloce). Anche questa pratica abbatte ogni tipo di bottiglia usa e getta da buttare.

H-Alimenti alla spina. Molti imballaggi sono inutili o eccessivi. Molti prodotti e alimenti potrebbero essere venduti alla spina (riso,pasta,sale, zucchero, vino ecc). Il mercato offre ancora poche opportunità , per lo meno si puo' scegliere di limitare i danni facendo un minimo di scelta e attenzione.

I- Spazzolino intercambiabile. Mi son sempre sentito uno stupido a pagare un manico di plastica )in teoria eterno) per poi buttarlo e ricomprarlo dopo un paio di mesi. Anche questo prodotto va cercato a fatica tra gli scaffali. La legge dovrebbe imporre alcune semplici regole alle aziende produttrici, purtroppo non lo fa.

L- Bicchiere tascabile e riutilizzabile. Un sistema di riciclo efficiente saprebbe come riciclare anche un bicchiere usa e getta di plastica (vedi impianto di riciclo a Vedelago-TV), qui nel Lazio vengono messi in discarica oppure li cancrovalorizzano in aria. Comunque gli usa e getta (anche quelli biodegradabili) sarebbero da usare il meno possibile. Questo semplice oggetto (che sia L ,N o una batteria ricaricabile) in foto evita tanti rifiuti.
http://www.dmail.it/prodotto.php?cod=120775-C654&search_string=bicchiere

N- Tovaglioli di stoffa. In casa era diventato un oggetto da museo. L'ho riscoperto evitando di consumare rotoli e rotoli di tovaglioli di carta usa e getta. Qualcuno dira' che l'impatto ambientale nel lavarlo sia maggiore. Falso, qualche tovagliolo non cambia il carico della lavatrice. Senza considerare che in casa usiamo detersivi biodegradabili e la lavatrice è alimentata dall'impianto fotovoltaico sul tetto.

M- Autoproduzione almentare. Divoravo costosi yogurt trasportati da lontano, che contribuivano a riempire il secchio della raccolta plastica. da quando uso la yogurtiera non ho piu' tanti imballagi da buttare e con poco piu' di 1 euro mi faccio yogurt per una settimana semplicemente versando il latte (meglio se alla spina) nel macchinario. Semplice e pratico. Arricchirlo con pezzi di frutta fresca lo rende salutare e buono. Gli esempi di autoproduzione alimentari sono infiniti, si riscoprono pratiche e sapori dimenticati.

O- Lametta intercambiabile. Stesso discorso dello spazzolino. Unito al sapone di Aleppo (oppure a un sapone per la barba solido) evito tante lamette usa e getta e tanti spray da buttare in poco tempo essendo la rastura un ''rito'' pressochè quotidiano.

Con poche pratiche e sperimentate in poco tempo ho ridotto drasticamente i miei rifiuti, l'elenco è solo parziale e non pretende di risolvere tutti i problemi. Un singolo cittadino non può cambiare il mondo... ma può provarci e l'unione fa la forza!
Se il mercato fosse regolato da leggi piu' giuste e lungimiranti la strada sarebbe ancora più agevole e spontanea.
Se guardo nel mio secchio della spazzatura mi rendo conto che nessun materiale è per forza di cose interrabile in discarica o bruciabile. Impianti come quelli di Vedelago (TV) riciclano il 98% dei rifiuti ( http://www.youtube.com/watch?v=kKzTRwyuNs0 ) eppure sia in TV che in politica si parla solo di discariche e inceneritori ; sarà forse perche' offrono facili profitti e finanziamenti pubblici milionari (come il cip6 ) che il riciclo non gode? Sara' forse perche' lasciando il monopolio a un imprenditore privato, egli decidera' in base al suo profitto piuttosto che al bene collettivo? Tutti i politici parlano di raccolta differenziata ma a cosa serve se non ci sono e non si autorizzano impianti di riciclo veri?
Purtroppo poi queste semplici pratiche illustrate tagliano le spese inutili, a fronte di una piccola spesa e fatica iniziale e alla lunga riducono il PIL nazionale. Finchè le logiche di mercato si fondano sul profitto e si misura il benessere con un indice (PIL) quantitativo, piuttosto che uno qualitativo, il cambiamento culturale sarà difficoltoso (Il PIL misura come ricchezza qualsiasi nefandezza:un imballaggio inutile , il traffico, le malattie,ecc..creano tutte profitto, indotto e lavoro, pazienza se a pagarne le spese siano le generazioni future). Chi lo sosteneva ha fatto una brutta fine ( http://www.youtube.com/watch?v=iLw-WLlM9aw ).
Vi lascio con un video che spero faccia rifletetre, intitolato: ''La storia delle cose'': http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eU
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.mariocurini.com
Gabridono
Admin
avatar

Numero di messaggi : 2193
Reputazione : 3
grado : : 3206
Data d'iscrizione : 01.10.09

MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   Sab Nov 20 2010, 19:25

Mai come ora siamo attenti agli aspetti economici delle nostre scelte; e, diciamo la verità, alcuni pensano che se decidiamo di spendere un po’ di più del costo medio del (super)mercato, evidentemente è perché ce lo possiamo permettere.

In realtà non è così: la maggioranza ha invece deciso di modificare i propri acquisti spendendo meno per certi prodotti e più per altri. Tralascio ovviamente di parlare dei costi indiretti (rifiuti, trasporti, salubrità dei prodotti acquistati ecc.) sui quali ognuno ha la propria scala di valori…

E visto che pochi esempi valgono più di tante parole, comincio ad inserire qualche pillola di “economia domestica” per far capire meglio in che cosa consiste il “dirottamento delle risorse”.

Cominciamo dalle cose più semplici: i prezzi sono presi dai nostri listini per gli ingredienti, e dal sito www.prontospesa.it per gli equivalenti industriali.

Detersivo per il bagno: ingredienti: 200 gr. Acido citrico (€ 2,20) – 1 litro di acqua (€0,01) – 50 gr. Detersivo per i piatti (€ 0,16) = € 2,36. Si ottengono circa 1,15 litri quindi € 2,05 al litro. E’ un fantastico anticalcare, sgrassante. Va benissimo anche in cucina, se non c’è il marmo (l’anticalcare lo “mangia”). Un buon detersivo con anticalcare costa dai 3 agli 8 (!) € al litro.

Brillantante: ingredienti 200 gr acido citrico – 1 litro di acqua = € 2,21 al litro. Va messo nella vaschetta del brillantante, che costa 13-14 € al litro

Marmellata di arance (ora è la stagione!): 1 kg di arance (1,45€ al massimo) – 1 kg di zucchero di canna € 3,47. Si ottiene circa 1,750 gr di marmellata al costo di € 4,92 quindi € 2,81 al kg. Una marmellata di qualità costa non meno di € 6 al chilo.

Pasta frolla: ingredienti 300 gr. di farina (€ 0,48) – 2 Uova (€ 0,80) 1 hg di burro (€ 1) – 1 hg di zucchero (€ 0,40) = € 2,68 per circa 600 gr = € 4,46 al chilo.
La quantità è sufficiente per due basi di crostata: il prodotto equivalente steso costa € 9 al chilo.

Certo che unendo questi due ultimi prodotti ottengo una signora crostata che costa € 2,23 di base e € 1,13 di marmellata (volendo esagerare con la marmellata) quindi € 3,36: se me la compro già fatta spendo non meno di 4,50€…

E per oggi basta così…
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Informazioni utili   

Tornare in alto Andare in basso
 
Informazioni utili
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» A Disneyland con i bambini: Informazioni utili
» Richiesta informazioni
» aiuto informazioni natura morta
» amigurumi utili... calamite
» Country/decorative painting: cerco informazioni sulle tecniche

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
IL FORUM DI GASPACCIO AL PIGNONE :: Comunicazioni ed informazioni utili :: Discussioni Generali-
Andare verso: